Io e Barbara siamo accumunate da una grande passione, quella per i viaggi. Ci siamo conosciute tramite le nostre pagine Instagram @lamiapiccolavaligia e @inside_cities. Ho subito pensato che Barbara potesse entrare di diritto nella mia rubrica “Cucine dal Mondo”. Sul suo profilo potete infatti scoprire le città da lei visitate, associate ad un piatto tipico.

Family Travellers vi presento Barbara e la sua tua Terra …… la splendida SICILIA!

Ciao, sono Barbara! 

Amo viaggiare e nel mio profilo cerco di valorizzare i dettagli che catturo durante i miei viaggi (volti, piatti, scorci..) e far sentire chiunque veda i miei scatti proprio “inside cities”, quindi dentro le città, ma mi piacerebbe anche creare contenuti che diano la possibilità di condividere esperienze. 

 

Abito in un paese vicino Palermo, quindi essendo siciliana scegliere una sola ricetta non è facile, molti piatti sono conosciuti anche da chi nella regione non è mai stato. Non vi parlerò del classico cannolo, ma delle “Sardi a Beccaficu”. 

 

Dopo essere state pulite le sarde si arrotolano sulla farcia composta da pangrattato, aglio, prezzemolo, uva sultanina, pinoli, sale, pepe e olio d’oliva e vengono chiuse con uno stuzzicadenti. Possono essere cotte al forno o fritte, ovviamente quest’ultima cottura è la migliore  si trovano nelle friggitorie dei mercati tipici della città o nei ristoranti serviti come secondo o in prevalenza come antipasto. Dopo averle provate difficilmente potrai resistere nel mangiare la seconda, la terza, la quarta..una tira l’altra.

 

INGREDIENTI PER 8 PERSONE

 

PROCEDIMENTO

Pulite le sarde: desquamatele, togliete la pinna dorsale, la testa e le interiora. Staccate la lisca molto delicatamente e aprite le sarde a libro. Tenete da parte.

In una padella antiaderente fate tostare il pangrattato cuocendolo per un paio di minuti e facendo attenzione a non bruciarlo.

Trasferite il pangrattato in una ciotola, unite l’olio, l’aglio e il prezzemolo tritati, i pinoli, il sale, il pepe, lo zucchero e l’uvetta precedentemente lasciata in ammollo in abbondante acqua fredda per 30 minuti. Amalgamane per ottenere un composto facilmente compattabile. Se necessario aggiungete poco altro olio.

Disponete poco ripieno su una sarda e arrotolatela su se stessa. Disponete di volta in volta gli involtini formati in una pirofila da forno, alternandoli con delle foglie di alloro tagliate a metà. Una volta riempita tutta la pirofila, irrorate con poco succo d’arancia e un altro filo d’olio. Cuocete in forno a 180 °C per 15 minuti.

Barbara
Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *